Conoscere la cultura palestinese/In Italia/In Palestina/News

Attività di Cultura è Libertà nel 2017

Concludiamo il nostro quarto anno di attività. Pensavamo di non farcela quest’anno ma grazie alla collaborazione e alla generosità di tant* abbiamo realizzato belle iniziative, anche in collaborazione con altre associazioni, coinvolgendo un pubblico vario e sempre attento e caloroso.
Letteratura, musica, cinema, dibattito politico hanno animato le attività 2017 e, dopo circa un anno e mezzo di lavoro, è uscito “Il lungo cammino della Palestina 1917-2017″, un “manuale” per conoscere storia e attualità della Palestina e, per chi già ne sa, da consultare per ricordare una data, un avvenimento o trovare suggerimenti bibliografici…
Nonostante gli ostacoli e i dinieghi frapposti dalle Istituzioni, assecondando la strategia di boicottaggio nei vari paesi, inaugurata da Israele anni fa, le iniziative si sono tenute con successo. Restano comunque l’amarezza e l’indignazione per le mancate reazioni istituzionali nel nostro paese e un palese servilismo.
Possiamo citare positivamente solo il voto dell’Italia all’Onu per la condanna della decisione del Presidente degli Stati Uniti di proclamare Gerusalemme capitale di Israele, in spregio alla legalità internazionale.
La Palestina e il suo popolo, vivono tempi sempre più duri, perciò abbiamo, più che in anni precedenti, aderito e partecipato a campagne per i loro diritti, per la libertà della Palestina e la giustizia internazionale.
Sono trascorsi 100 anni dalla Dichiarazione di Balfour – una “letterina” che ha dato origine a tante dolorose vicende, a cominciare dalla Nakba nel 1948. Nel 2018 ne ricorrono i 70 anni, ma il processo delle espulsioni, furto di terre e ingiustizie continua. La resistenza palestinese, nel 30° anniversario della prima Intifada, prosegue. In campo c’è una nuova generazione non disposta a subire né a rassegnarsi all’occupazione, come ci raccontano le notizie e le immagini da Nabi Saleh, villaggio in cui da anni è viva la resistenza popolare, di cui la Ahed Tamimi (16 anni), è diventata quasi un simbolo. Ahed si trova ancora in prigione con la madre Nariman, e altri/e, incluso il coordinatore della resistenza popolare Munther Amira.
 Ahed tamimi tribunale
Anche per queste ragioni, sentiamo l’impegno a proseguire l’attività nel 2018.  Dobbiamo mettercela tutta, nella realizzazione di cose belle, e, soprattutto, nella raccolta fondi che le renda possibili! Infatti, come si può vedere dal bilancio, fatto con la preziosa collaborazione di Patrizia Cecconi, quanto incassato dalle varie iniziative di autofinanziamento, è largamente superato dalle spese per le medesime iniziative, decisamente più alte.
Gettare il cuore oltre l’ostacolo non basta: bisogna fare preventivamente i conti. Non abbiamo per fortuna debiti, e non intendiamo farne, quindi dovremo procedere con prudenza e previdenza! E naturalmente è indispensabile che la collaborazione di tutti/e continui e si allarghi: con la partecipazione attiva, con contributi immateriali (idee) e materiali (economici). Un grande grazie preventivo per il 2018!
CALENDARIO DELLE ATTIVITA’ 2017
28 gennaio Assemblea annuale (relazione 2016)
Febbraio Appello del Coordinamento europeo ECCP “Justice for Palestine 1917-2017”
4 marzo Casa internazionale delle Donne: presentazione del libro “Rivoluzioni violate” con Cecilia Dalla Negra e Fouad Rouheia. Da Tunisi Debora Del Pistoia
15 marzo Anteprima di 3000 notti di Mai Masri – in collaborazione con altre associazioni. Negato il Palladium. Si tiene all’AAMOD (Archivio audiovisivo del Movimento operaio e democratico)
23 marzo Seminario “E’ ora di giustizia in Palestina” (con diverse associazioni – previsto all’Università La Sapienza. Negata l’aula dall’Università, si tiene al Centro di via dei Frentani). Partecipano parlamentari IT ed EU, Pierre Galand, Michel Warshawski, Mahmoud Zawhare (nell’ambito della mobilitazione europea per l’anniversario dei trattati di Roma UE)
5 aprile * Biblioteca Marconi a Roma – Reading Ritorno ad Haifa, di Ghassan Kanafani con Wasim Dahmash e Dalal Suleiman (nell’ambito dell’iniziativa mondiale annuale dei Librarians and Archivists for Palestine)
20 aprile Moby Dick a Roma – Reading Uomini sotto il sole, di Ghassan Kanafani – Con Isabella Camera D’Afflitto. Proiezione di Paesaggi Rinchiusi, di Bruna Orlandi
Maggio Adesione alla campagna di solidarietà con i prigionieri politici palestinesi in sciopero della fame e partecipazione alle relative iniziative:
– 3 maggio Sit-in a Montecitorio
– 21 maggio Presenza a San Pietro
30 maggio* Casa internazionale delle donne a Roma – Suoni e voci da Gerusalemme con il duo musicale Traindeville e Dalal Suleiman
Giugno Appello “Gaza deve vivere”– Lettera ECCP alla UE (F. Mogherini) e appello a UE per Gaza
16-18 luglio* A Mola di Bari, Palazzo Pesce (Festival Kantun Winka) e a Roma, Casa del Cinema: “Sogni che attraversano il mare” con Amal Kaawash e Mahmoud Awad in concerto
20-22 ottobre Casa Internazionale delle donne (Convegno internazionale con altre associazioni): “Libertà delle donne nel 21 sec. Pensieri e pratiche oltre i fondamentalismi”. Preceduto dal Film Women beyond borders di Jean Chamoun
settembre/ottobre Esce “Il Lungo cammino della Palestina 1917-2017” ed. Q Presentazioni a Roma (2), Milano, Pescara
7/8 novembre Nell’ambito dei Lobby days promossi da ECCP incontro al Parlamento Europeo con il Presidente della sotto-Commissione Diritti Umani per richiedere di realizzare una Audizione su Gaza in febbraio/marzo 2018, insieme alla Delegazione Palestina al Parlamento Europeo. Si farà.
novembre/dicembre* Diffusione a sottoscrizione del DVD “La musica come arte di resistenza” (concerto per il progetto Liutai a Gaza, 2015) di Giovanna Marini, con banda e coro della Scuola di musica popolare di Testaccio; completato il progetto borse di studio per Conservatorio Musicale Libanese (studentesse palestinesi volontarie nel campo profughi Burj El Shemali, Libano)
* Raccolta fondi
Collaborazioni:  AAMOD, Appello per bambini di Gaza, AssopacePalestina, Arci, Association Belgo- Palestinienne, AWMR, Casa del Cinema Roma, Casa internazionale delle Donne, Cinema senza diritti Venezia, Coord. ECCP, Deposito dei segni, Donne in nero, Ebrei contro l’occupazione, Edizioni Q, Fiom-Cgil, Gazzella, IFE, Il Giardino dei ciliegi, Librarians and Archivists for Palestine (LAP), NWRG, Oltre il Mare, Rete Romana di solidarietà con popolo palestinese, Rete della Pace, Terra Madre, Transform!Europe, Ulaia Arte Sud
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...