Eventi

27 giugno h. 21 a Roma al Parco della Casa del Jazz. Giovanna Marini con coro e banda della scuola popolare di musica di Testaccio

Nel parco della Casa del Jazz, viale di Porta Ardeatina 55, a Roma, sabato sera Giovanna Marini con il coro e la banda della Scuola popolare di musica di Testaccio daranno vita ad un grande concerto solidale, promosso dalla campagna Cultura è Libertà – in collaborazione con la Casa del Jazz e con Libera, associazione contro le mafie – a sostegno del progetto “Liutai a Gaza, la musica al lavoro contro la distruzione”. Canti di lotta e di lavoro, vecchi e nuovi, secondo il titolo del concerto stesso “La musica come arte di resistenza”, la stessa definizione usata da Al Kamandjati, partner del progetto, per la propria scuola di musica. Un atto di solidarietà veramente bello, questo, della cantante e delle decine di artisti che compongono il coro e la banda, che hanno così illustrato il senso della loro partecipazione: Locandina Banda e Coro 27 giugno L’incontro tra progetto musicale per Gaza, ideato dalla scuola di musica palestinese, con artiste/i di una scuola popolare di musica italiana, e un luogo confiscato alla mafia, oggi gestito dalla Casa del Jazz, con la collaborazione di “Libera contro le mafie”, è una occasione straordinaria di cui essere orgogliosi, e da non perdere…. Il binomio cultura/libertà  è inscindibile: e il progetto per Gaza, che Al Kamandjati vuol realizzare,  lo dimostra:  in una situazione dove vigono l’oppressione dell’occupazione, la distruzione operata dalle bombe israeliane, la stessa impossibilità di ricostruire, per mancanza di cemento causata dal blocco da parte di israele, anche in questa realtà, la cultura, la musica testimonia quella aspirazione alla libertà, e ne è strumento di affermazione. A Gaza sono decine le associazioni, le scuole, i teatri e le istituzioni musicali, oltre a tanti giovani, che amano e fanno la musica ed hanno quindi bisogno del laboratorio di riparazione degli strumenti, per continuare… E’ significativo che anche a livello globale, proprio chi vuol mettere a tacere questa aspirazione alla libertà, non solo attacca e distrugge le persone, le diverse espressioni culturali, ma le fondamenta di una parte di storia: i resti del passato: come è già avvenuto, come avviene oggi ad opera di Daesh (IS) in Iraq e in Siria. L’uccisione della memoria, il “memoricidio”, più volte denunciato dai palestinesi, l’abbattimento di testimonianze e monumenti del passato, quando avviene, è sempre il tentativo di annullare creazioni, pensieri, espressioni e quindi identità e consapevolezza di sé di intere popolazioni, come soggetti di diritti e protagoniste della storia dell’umanità; è la affermazione di poteri ottusi, attraverso la violenza, i massacri, le distruzioni. Anche per questo ci sembra così importante sostenere il laboratorio per la musica a Gaza, in tutte le forme possibili….Come dice Giovanna Marini “…questo è un altro dei tanti significati della parola Resistere. Resistere imbracciando un violino, facendo ricorso alla parte più profonda della nostra cultura, la nostra memoria…Al Kamandjati logo Grazie alla solidarietà dei musicisti, che non percepiranno alcun compenso, l’ingresso al concerto del 27 sarà gratuito: verrà raccolta una sottoscrizione a favore del progetto, che conta sulla solidarietà dei musicisti, ma anche di chi vorrà ascoltare questi bellissimi canti e musiche entusiasmanti. Il parco è incantevole, i posti a sedere sono tanti, buone previsioni meteo: vi aspettiamo numeros*!    (per saperne di più sul progetto liutai a gaza…v. artt. precedenti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...