Eventi/Incontri/Presentazione libri

Reading di “Ritorno a Haifa – Umm Saad” di Ghassan Kanfani

Prende il via la seconda edizione della rassegna culturale “femminile palestinese – di storia in storia”, a cura di Maria Rosaria Greco, con il reading del libro “ritorno ad Haifa – Umm Saad. Due storie palestinesi” di Ghassan Kanafani ristampato da Edizioni Lavoro e curato dall’arabista Isabella Camera D’Afflitto.

Programma 3 Marzo Salerno

Programma 3 Marzo Salerno

Capolavoro di Ghassan Kanafani, “Ritorno a Haifa” viene riproposto in una nuova veste insieme con “Umm Saad”, romanzo breve, poco noto ma non meno rappresentativo dell’opera del grande scrittore palestinese. “Ritorno a Haifa” parla, per la prima volta, di due diaspore: quella palestinese e quella ebraica, accomunate da un unico destino. Said torna con la moglie nella sua città per rivedere la vecchia casa, ora abitata da una famiglia di ebrei polacchi scampati ad Auschwitz. Sono trascorsi vent’anni dalla nascita dello Stato d’Israele, dalla nakba palestinese e dall’esilio. Lo scrittore ci accompagna in un viaggio che scava nella memoria, dove riaffiorano il disagio e la tristezza di una duplice tragedia resa con grande umanità e forza emotiva. Nel secondo romanzo l’autore rievoca l’indimenticabile “Umm Saad”, la madre di Saad, che diventa figura mitica e simbolo stesso della questione palestinese, simile per la sua grandezza alla Madre Coraggio di Brecht e alla Madre di Gorkij. Come scrisse trent’anni fa il grande arabista Francesco Gabrieli, a proposito del conflitto arabo-israeliano, “per l’avvenire, per il passato e il presente, è giusto non vada perduta la nostra coscienza e conoscenza di tanto umano travaglio, che queste pagine per la parte araba riflettono”.

Le “due storie palestinesi” come recita il titolo del libro, sono il modo migliore per iniziare la seconda edizione della rassegna “femminile palestinese” che quest’anno ha come focus la narrazione, il racconto, il recupero della memoria. Soprattutto quando è la donna ad avere un ruolo centrale in questo percorso di affermazione della cultura palestinese e di autodeterminazine del suo popolo. “di storia in storia” è il sottotiolo quest’anno e non si poteva iniziare meglio se non con la storia di una donna come Umm Saad.

Saranno presenti
– Isabella Camera D’Afflitto
Docente all’Università La Sapienza di Roma
– Alessandra Mecozzi
Presidente dell’Associazione Cultura è Libertà
– Antonio Bottiglieri
Presidente della Fondazione Salerno Contemporanea.
– Carlo Roselli / teatrisospesi e Omar Suleiman
che leggeranno alcuni brani del libro
– Ermanno Guerra
Assessore alla Cultura e Università del Comune di Salerno

La rassegna è promossa dalla Fondazione Salerno Contemporanea, dal Comune di Salerno, dall’Università di Salerno e fa parte della campagna nazionale per la Palestina che l’Associazione Cultura è Libertà ha lanciato a Roma l’anno scorso, a cui hanno aderito, oltre Salerno, altre città italiane tra cui Torino, Napoli, Venezia, Palermo, Bologna.

Ulteriori informazioni sulla pagina Femminile palestinese per avere gli aggiornamenti sugli altri eventi del programma della rassegna che va da marzo a maggio 2015.

La rassegna “femminile palestinese” con questo appuntamento inoltre sostiene l’Israeli Apartheid Week 2015 contro il regime di apartheid attuato da Israele nei confronti dei palestinesi nei Territori Occupati e in Israele.

Maria Rosaria Greco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...